• 28 Novembre 2020

La Fiasca – San Fele, pronti, via e subito sotto

12645079_10153907734483330_13656236707770450_nUna volta un errore di tizio, un’altra uno sbaglio di caio ma la sostanza non cambia: San Fele costretto a rimontare. Era già accaduto quattro volte, prima di scendere in campo ad Oppido, gare in salita tutte in trasferta. Una cosa non riuscita contro lo Sport Melfi, Fortuna Potentia, Bella e con La Fiasca; riuscita solo contro l’Invicta Pietragalla. Quando le cose si ripetono con questa frequenza, non può essere mai un evento casuale.(PH Palumbo A.)
Partita da dimenticare in fretta per il San Fele calcio, una partita in cui il San Fele ha fatto vedere poco o nulla sul piano del gioco. Squadra spenta, molle e sulle gambe. Eppure, le premesse erano delle migliori. Pronti, via e la Fiasca passa in vantaggio dopo soli 4’ mentre il pallino del gioco era in mano sanfelese: Colangelo A. sfrutta un errore a centrocampo, travolge per terra Carlucci G. e l’estremo difensore Cappiello M. e a porta spalancata non sbaglia. Il San Fele prende possesso del campo e si tuffa alla ricerca del pari. Al 14’ angolo dalla destra per il San Fele, palla in mezzo, respinta corta, palla che rimbalza sui piedi di Tozzi A., il quale fa partire un diagonale insidioso, trovando all’ultimo una respinta di un giocatore. Al 17’, 23’ e 26’ il San Fele si rende pericoloso su calcio piazzato prima con Sperduto M. poi per due volte consecutive con Di Giacomo C.. Al 40’ il San Fele trova il disperato pareggio con Graziano R. che dagli 11 metri non sbaglia. Neanche la gioia di esultare ed il San Fele si trova di nuovo sotto. Al 41’ punizione dal limite per La Fiasca, La Rocca P. sfrutta una deviazione della barriera e palla in rete. Si va negli spogliatoi sul risultato di 2a1. Il secondo tempo si apre sulla falsariga del primo con il San Fele padrone del pallino del gioco e con La Fiasca che subito trova il terzo gol; altro errore, altro gol. Il secondo tempo è privo di emozioni con La Fiasca che protegge il risultato ed i sanfelesi con il morale sotto terra, sbagliando anche le cose più semplici. Al 67’ l’occasione per accorciare le distanze capita sui piedi di Patrissi N. che da solo spara alto. Al 70’ esordio per Tomasulo V. che nonostante la giovane età compie delle vere e proprie prodezze, negando altri 2 gol agli avversari; al 78’ Colangelo A. sul filo del fuorigioco, firma il gol del 4a1.

Formazione 4-2-3-1: 1 Cappiello Mario; 2 Tozzi Adriano; 3 Carlucci Gerardo; 4 Graziano Tiziano; 5 Sperduto Gerardo; 6 Tomasulo Donato; 7 Sperduto Marco; 8 Di Giacomo Carmine; 9 Graziano Roberto; 10 Sperduto Marco; 11 Del Monte Giovanni. A disposizione: 12 Tomasulo Vincenzo; 13 Patrissi Nicola; 14 Abarno Davide; 15 Sperduto Vito; 16 Tridenti Giovanni.

Mister: Pietropinto Massimo

CLASSIFICA GIRONE D’ANDATA

Screenshot_2016-01-27-15-43-01-1

 1,619 total views,  2 views today

Lascia un commento tramite facebook

Ultimi commenti

Altri articoli