• 31 Ottobre 2020

Digitale Terrestre

digitaleterrestre

L’Adiconsum metterà a disposizione dei cittadini che hanno avuto problemi con la ricezione del segnale del digitale terrestre un tecnico, per verificare eventuali interferenze tra l’antenna e la nuova rete mobile Lte/4G: se il problema di ricezione è legato a questa interferenza, sarà installato gratuitamente un filtro sull’antenna.

L’iniziativa nasce da un accordo tra l’Adiconsum e la fondazione “Ugo Bordoni” (istituzione di ricerca che opera sotto la supervisione del ministero dello Sviluppo economico) ed è stata recepita dall’associazione dei consumatori di Potenza: la convenzione è stata illustrata stamani a Potenza dal segretario lucano della Cisl, Nino Falotico, e dal presidente provinciale dell’Adiconsum, Vincenzo Telesca.

Il nuovo standard di comunicazione mobile 4G, utilizzato da cellulari e smartphone, si basa su alcune frequenze specifiche: in un caso (per gli 800Mhz) è identica a quella dei segnali televisivi. In questo caso chiunque, purchè il pagamento del canone Rai sia in regola, può contattare la sede Adiconsum, il numero verde 800.126.126 o accedere al sito web www.helpinterferenze.it, e se l’antenna risulterà in un’area con questa frequenza, allora l’antennista installerà il filtro sull’antenna in modo del tutto gratuito. “L’attività di tutela dei consumatori in questo momento storico è fondamentale, e il sindacato – ha detto Falotico – deve impegnarsi in questo senso per la difesa dei cittadini”. Oltre alla convenzione “i nostri sportelli – ha spiegato Telesca – sono a disposizione degli utenti per ogni problematica relativa al digitale terrestre, al digital divide e alle controversie con gli operatori della pay tv”.

 11,720 total views,  2 views today

Lascia un commento tramite facebook

Ultimi commenti

Altri articoli

Leave a Reply